Contattaci

Non volete rinunciare alla piega liscia anche d'estate, ma il processo diventa troppo difficile a causa delle alte temperature? Qui trovate qualche segreto per farcela

Più si prova a lisciare i capelli e più si suda e più i capelli si ribellano allo styling, diventando ricci e crespi. È una tragedia che accomuna tante donne che d’estate non vogliono rinunciare alla loro acconciatura ordinata, garbata, liscia. Per le inossidabili del liscio, cedere all’ondulazione naturale non è tra le opzioni.

«Il sudore è acqua e l’acqua modifica i ponti di idrogeno nei capelli, quindi la loro struttura», chiarisce Igor Rago, direttore artistico GHD. «Se fa molto caldo e si usa la piastra senza aria condizionata in casa, è normale che si possa sudare, e il sudore è il naturale meccanismo corporeo per abbassare la temperatura.

 I capelli, così, si bagnano e l’umidità prodotta dal sudore ne modifica la texture creando un effetto frizz, proprio come succede nelle giornate più umide».

Che fare per evitare di lisciare i capelli all’infinito, sudare e ritrovarsi comunque con l’effetto barboncino quando fuori ci sono 40°C?



1. «Se non si ha l’aria condizionata in casa bisogna cercare di tenere il corpo fresco puntando un ventilatore sulle gambe, in modo da evitare che il calore corporeo salga alla testa e si inizi a sudare mentre si usa la piastra».


2. «Si possono piastrare i capelli di mattina presto o la sera tardi per approfittare delle temperature leggermente più basse».


3. «Non asciugare mai i capelli al naturale prima di usare la piastra, renderebbe più difficile metterli in piega e stirali».


4.«Per lo stesso motivo per facilitare il processo, dopo lo shampoo asciugare subito i capelli con il phon a una temperatura medio bassa di 45 °C, iniziando dalla parte anteriore per evitare che si asciughino al naturale e si arriccino, poi procedere con le ciocche posteriori».


5. «Appiattire le radici passando la piastra su sezioni molto piccole, in modo da prendere anche i baby hair, che di solito sfuggono alla stiratura, e tenere la ciocca in tensione proiettandola verso il basso, a 45 °C. In questo modo si garantisce la lunga durata della piega».


6. «Un liscio perfetto si ottiene tenendo le ciocche bene in tensione usando una spazzola per tirarle dalla radice e raddrizzandone la texture».


7. «Se nel processo si suda sulla cute, i capelli si bagnano e il sebo prodotto viene trasportato dalla piastra sulla lunghezze sporcando e modificando la texture dei capelli, uno shampoo secco applicato alle radici aiuta ad asciugare il sudore e a facilitare, ma anche a salvare, la piega».